Vetro ceramico per stufe e per camino | Vetreria Peligna.it
vetro per camino e stufe

VETRO CERAMICO PER CAMINO E PER STUFE

Il vetro per camini o per stufe, chiamato anche vetro ceramico è un  vetro che resiste alle alte temperature, nel nostro caso fino a 800°. Dal colore bronzo/giallastro è un  vetro trasparente con uno spessore di 4mm.

Resistente però non significa che non si rompe, infatti consigliamo fortemente, per evitare spiacevole sorprese, prima di iniziare la stagione invernale, di assicurasi che il vetro del camino oppure il vetro della stufa a legna o pellet, sia in condizioni ottimali per svolgere le proprie funzioni.

Solitamente il vetro si sostituisce quando esso presenta una delle seguenti cause:

  • vetro lesionato o rotto per shock termico;
  • eccessiva presenza di sporco dovuto dalla fiamma a contatto;

 

 


CURA DEI DETTAGLI

Nel nostro laboratorio artigianale, prestiamo molta cura ed attenzione al taglio e alla rifinitura dei vetri per camini.
Particolare attenzione poniamo alla rifinitura del vetro, che subisce diverse lavorazioni al fine di renderlo più resistente agli shock termici.

I bordi del perimetro del vetro ceramico per camino e per stufa, vengono molati a filo grezzo in modo da rendere più maneggevole  la fase di montaggio, ma allo stesso tempo aumentando  la resistenza allo shock termico.

Gli angoli del vetro vengono smussati a 45°, rendendo il vetro più forte alle sollecitazioni.
Un consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di non serrare le viti che mantengono il vetro, all’anta del camino o della stufa, in quanto ad alte temperature, con la dilazione termica dell’anta, potrebbe  causare la rottura del vetro. La giusta posizione delle vite sarebbe quella di fermarsi a fine corsa.

 

 

 

 

 

 

 


MANUTENZIONE DEL VETRO PER  CAMINO E PER STUFE

Una delle problematiche più comuni del vetro per stufa e per camino, che si presenta dopo un costante utilizzo è una patina nera/grigiastra. Prodotta da fumo e combustione, la fuliggine si deposita sul vetro protettivo del camino o della stufa e necessita di una pulizia regolare.
Dunque, anche a te prima o poi toccherà dover pulire il vetro del camino annerito ! Ma come pulire il vetro per camino e per stufa?

– Utilizzare la stessa cenere prodotta dalla combustione.

Cosa usare?

  • baccinella
  • acqua
  • un po’ di cenere
  • carta assorbente da cucina o un panno morbido

Inumidisci la carta assorbente con l’acqua e passala sulla cenere creando uno strato sottile. Strofina la carta sul vetro fino a rimuovere completamente i residui. Quindi risciacqua il vetro e asciugalo con altra carta o un panno pulito.


– Utilizzare acqua e ammoniaca è un ottimo metodo, veloce e risolutivo.

Cosa usare?

  • baccinella
  • spruzzatore
  • acqua
  • ammoniaca
  • carta assorbente da cucina o un panno morbido

Riempi uno bottiglia spray con una soluzione di acqua e ammoniaca, in parti uguali. Spruzza il contenuto nella parte interna del vetro e pulisci con la carta assorbente o un panno morbido. Sui residui più ostici, prima di strofinare lascia agire la soluzione per qualche secondo. Attendere qualche secondo in più e non utilizzare spugne troppo abrasive per accelerare la pulizia, potresti correre il rischio di graffiare il vetro!

 


FACILITA’ DI MONTAGGIO

Ti stai chiedendo quanto sia difficile montare un vetro per camino ?

Se hai dei dubbi o non hai mai sostituito un vetro per camino ti veniamo in soccorso noi, con una guida veloce e pratica sulla rimozione del vecchio vetro.

Innantitutto gli attrezzi necessari per questo tipo di lavorazione sono : un paio di guanti , un cacciavite ed un’pò di pazienza (aggiungiamo noi).

FASE1: Dopo aver smontato lo sportello o anta del vostro vetro camino adagiatelo su un piano orizzontale per effettuare al meglio le fasi successive;

FASE2: Intorno il perimetro del vetro, ci sono 4 fermavetri ( uno per lato), che mantengono il vetro ancorato allo sportello, bisogna svitare tutte le vite che sorreggono il fermavetro. Con il tempo e il calore potrebbe capitare che le vite si siano serrate al supporto, quindi si deve fare una certa pressione oppure usare dello svitol per facilitare l’uscita delle viti ;

FASE3/4: Dopo aver svitato tutti e 4 i supporti fermavetro, (consigliamo eventualmente di dare anche una pulita ai fermavetri, con una spazzola d’acciaio per togliere eventuali incrostazioni), togliere il vecchio vetro e pulire il perimetro per eliminare residui di vetro rotto ;

FASE5/6: Dopo aver tolto il vetro dal nostro imballo, posizionatelo sul telaio dell’anta, facendo attenzione a poggiarlo sulla corda termica, rimettere i fermavetri e avvitare le viti.  Importante non stringere le viti, ma semplicemente avvitarle fino a fine corsa. Se le viti sono troppo serrate con la dilatazione termica dell’anta il vetro potrebbe rompersi.